Concezione di spazio e tempo, ai giorni di Twitter: Contesto storico #4

Manifesto Web

Ogni civiltà tende a elaborare categorie generali entro cui gli uomini (le genti, n.d.r.) delle diverse classi strutturano la propria esistenza, la propria esperienza, la propria percezione della realtà, la coscienza del proprio essere nel mondo […]. Questa società tende o a integrare qualsiasi novità nel proprio spazio mentale o a rifiutarla radicalmente come male, come diverso; l’ignoto assume invece i connotati del meraviglioso del favoloso e, quando appare pericoloso o estraneo alla coscienza comune acquista sembianze mostruose e demoniache.” cit. Giulio Ferroni*

Si tratta di un brano tratto dal capitolo dedicato al medioevo, eppure potrebbe benissimo trattare dei giorni nostri.

Non è più una questione di satanico o divino, in molti casi, ma c’è tutta la questione di chi va dietro a Facebook e chi no, di chi – pensando a Fightclub – è se stesso e chi qualcun’altro.

C’è chi rientra nella categoria premium e chi…

View original post 238 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...