Lovecraftian Bestiary

Plutonia Experiment

Yog-Sothot

Il sogno di molti scrittori del fantastico è quello di riuscire, prima o poi, a creare un bestiario ricco, originale e spaventoso come quello inventato da H.P. Lovecraft.
Pochissimi ci riescono, tanto che molti validi autori preferiscono omaggiare le creature del solitario di Providence, citandole in racconti e romanzi (l’ho fatto anch’io, come sapete). Altri allargano questo pantheon/bestiario con nuovi innesti, senza però snaturarlo da quanto scritto e dettagliato da HPL in decine di storie, poesie e novelette.
Solo pochi scrittori horror sono stati in grado, poco a poco, di proporre qualcosa di nuovo. Tra quelli delle ultime generazioni mi viene in mente Brian Keene, che ha popolato i suoi romanzi di creature bizzarre e “non derivative”.
Ne ha inventate talmente tante, insieme al compianto amico e collega J.F. Gonzales, che i due sono riusciti a produrre un elegante compendio. Un po’ caro, ma ottimo. Lo trovate qui.

View original post 187 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...