welcomw to the NHK : Misaki Manga VS Anime

Spoiler per l’anime e il manga di Welcome to the NHK!

la maggiore differenza tra il manga di Welcome to the NHK e l’anime(che,ribadisco,sono entrambi adattamenti della light novel originale)sta nella storia di Misaki Nakahara,uno dei tre personaggi principali della serie,che nella versione animata da studio gonzo ha una back story completamente diversa da quella del manga(e del romanzo originale) per aumentare ulteriormente questa differenza,la verità sul suo passato nel manga viene rivelata a circa metà della serie,mentre nell’anime bisogna aspettare fino al gran finale per scoprirla.

Questa,a prima vista,potrebbe sembrare una differenza tutto sommato poco significativa,in fin dei conti spesso leggendo opere che sono state adattate più volte in diversi media si può notare una certa attitudine per il cambiare l’ordine degli avvenimenti,ma in questo caso la collocazione della rivelazione è assolutamente fondamentale,nel manga è locata nel mezzo della serie perché è un momento di transizione per Misaki,un momento di maturazione,Misaki è costretta,rivelando il suo segreto,ad affrontare la realtà che per anni aveva soppresso talmente bene nei recessi della sua mente da arrivare quasi al punto di non poter distinguere tra le sue invenzioni e la realtà(come si nota nel corso della serie,Misaki ha una netta tendenza ad ignorare del tutto o modificare il più possibile la realtà,rifugiandosi in mondo di fantasia e isolandosi sempre di più,in pratica il suo percorso è estremamente simile a quello di atsuhiro Satō,ma assume delle forme superficiali diverse pur rimanendo nel profondo simile),Misaki,una volta rivelata la sua vera storia,è costretta ad affrontare la realtà e le reazioni delle uniche persone che ancora sono in un qualche tipo di relazione amichevole con lei,affrontando la sua più grande paura,essere giudicata.

Questo momento è posto nel centro della serie perché dopo lo shock e le conseguenze della rivelazione possiamo seguire il resto della vita di Misaki,vedere come sia costretta ad affrontare una vita completamente diversa una volta che le sue menzogne sono state scoperte,come il fatto di dover affrontare la realtà la costringe a maturare,e anche se in modo lento e non lineare,a mettere fine una volta per tutte alla sua apparentemente infinita adolescenza e affrontare le responsabilità del mondo “adulto”,la rivelazione non è un punto d’arrivo,bensì semplicemente un’ulteriore passaggio che,sommato a tutti quelli precedenti e quelli futuri,la porterà alla maturazione.

 fine parte II

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...