JORGE JOESTAR [ジョージ・ジョースター] by Otaro Maijo, Hirohiko Araki

Jorge-evildead

Light novel dedicata al mondo delle bizzarre avventure di Jojo che, ha differenza dei due precedenti volumi, non si prefigge di essere un semplice volume extra delle avventure di uno dei protagonisti della serie, ma piuttosto cerca di risolvere diversi punti oscuri di questa sconfinata saga generazionale che da decenni si espande arrivando a coprire oltre un secolo di storia, tutti i continenti e addirittura universi paralleli, e lo fà in un modo caotico e bizzarro, ma assolutamente affascinante.
La storia inizia mostrandoci gli eventi immediatamente successivi alla prima serie del manga, con protagonista Jonathan Joestar, che non sono mai stati mostrati nella serie e qui scopriamo la storia del suo erede(prima di joshep nella seconda serie del manga) e la sua vita dopo essersi trasferito alle isole canarie.
Qui facciamo anche la conoscenza di una versione giovane e inesperta di LisaLisa, futura mentore di Joseph, e scopriamo la storia delle sue origini…ma la storie in realtà non è ancora iniziata, perché il vero fulcro della trama riguarda un’altro (e sempre inedito) Jojo che, con l’ausilio di Giorno, protagonista della quinta serie del manga, vento aureo, e Rohan, personaggio della quarta serie e protagonista di una serie spin-off, dovrà contrastare le conseguenze degli avvenimenti mostrati alla fine della sesta serie, stone ocean, ed esplorare varie versioni parallele dei personaggi principali della serie.
Il volume è un must per i fan della saga di Haraki, spesso criticato per la sua natura confusa e caotica, in realtà riesce perfettamente ad incapsulare lo spirito sopra le righe e sempre spiazzante della serie originale, ma contiene una quantità tale di riferimenti, citazioni e collegamenti a tutti gli archi narrativi passati della serie madre tali da rendere la lettura ostica per chi non avesse una vasta conoscenza del manga, cosa che rende il volume decisamente poco adatto per i neofiti, ma saprà dare grande soddisfazioni ai fan più accaniti.

View all my reviews

15837289

Annunci

TAG – MANGA DAY 8

GIORNO 1: Il tuo manga/anime Shonen preferito

GIORNO 2: Il tuo manga/anime Shoujo preferito

GIORNO 3: Il personaggio Shonen che preferisci

GIORNO 4: Il personaggio Shoujo che preferisci

GIORNO 5: Il primo manga che hai letto

GIORNO 6: Il primo anime che hai visto

GIORNO 8: Il manga/anime che rileggeresti/rivedresti senza mai stancarti!

GIORNO 7: Il manga/anime che ti ha commosso maggiormente

GIORNO 9: Il personaggio manga/anime che ti piace di meno

GIORNO 10: Un manga che ti ha così schifato da stopparlo subito

dal post di La Corte.

Tag ideato da Luigi di Everpop

MAL

Hummingbird

GIORNO 8: Il manga/anime che rileggeresti/rivedresti senza mai stancarti!

Come manga dire un pareggio tra  JoJo’s Bizarre Adventure e  Berserk,entrambe le serie non sono ancora finite…in realtà Jojo può essere considerata conclusa con JoJo no Kimyou na Bouken Part …,visto che la serie successiva è l’inizio di un remake ambientato una sorta di universo parallelo…ma è estremamente complicato spiegare la complessità delle bizzarre avventure di jojo…comunque sono delle delle serie che ho apprezzato di più in assoluto e sono anche due delle prime seri che ho iniziato a leggere con continuità,per questo hanno un valore sentimentale particolarmente alto,ma il motivo per cui ho riletto i vari volumi più volte è principalmente legato alla qualità dei due manga in sé,da un lato la trama è straordinariamente complessa e articolata,con una molteplicità di personaggi e sottotrame ed elementi sovrannaturali che rendono necessario in alcuni frangenti rileggere i capitoli precedenti per rinfrescare la memoria,ma è sempre possibile scoprire sfumature e dettagli che non avevi notato ad una prima lettura.

L’altro aspetto che mi ha portato a rileggere più volte queste serie è la veste grafica,da un lato Berserk ha una cura per i dettagli delle città e degli edifici assolutamente fantastica,reso ancora più interessante dal fatto che la maggior parte dei castelli e dei monumenti mostrati nella serie sono fedelmente ispirati a luoghi e strutture realmente esistenti costruiti nell’europa medioevale,soprattutto Italia e Spagna,senza contare gli svariati rimandi a quadri e sculture gotici,il talento visivo di Miura, Kentarou è assolutamente notevole.

Per quanto riguarda invece Jojo,la parte incredibile dello stile visivo della serie è dato dalla cura per i personaggi,specialmente da  JoJo no Kimyou na Bouken Part … in poi,i dettagli dei vestiti e le pose plastiche in cui si esibiscono durante le scene d’azione sono a dir poco incredibili.

tumblr_n3vuktwaro1rpxpqbo4_500