Tag – manga

dal post di La Corte.

Tag ideato da Luigi di Everpop

L’elenco:

 

GIORNO 1: Il tuo manga/anime Shonen preferito

GIORNO 2: Il tuo manga/anime Shoujo preferito

GIORNO 3: Il personaggio Shonen che preferisci

GIORNO 4: Il personaggio Shoujo che preferisci

GIORNO 5: Il primo manga che hai letto

GIORNO 6: Il primo anime che hai visto

GIORNO 7: Il manga/anime che ti ha commosso maggiormente

GIORNO 8: Il manga/anime che rileggeresti/rivedresti senza mai stancarti!

GIORNO 9: Il personaggio manga/anime che ti piace di meno

GIORNO 10: Un manga che ti ha così schifato da stopparlo subito

GIORNO 1: Il tuo manga/anime Shonen preferito :

Come Manga dire un pareggio tra Full Metal Alchemist, principalmente per i personaggi e la trama,ma molti dei concetti espressi dalla serie sono estremamente interessanti e l’idea di incentrare i combattimenti sull’alchimia è piuttosto originale,sopratutto considerando che il genere di appartenenza è disperatamente mancante di originalità…e JoJo’s Bizarre Adventure Part 5: Vento Aureo,in parte perché è il primo ciclo di Jojo che ho letto,in parte perché ho un debole per l’ambientazione italica,ma soprattutto per il livello di follia e assurdità imprevedibile raggiunta dagli stand,più vari rispetto a Part 3: Stardust Crusaders e l’aura epica del racconto,che cresce continuamente durante tutto il ciclo fino all’apice rappresentato dal combattimento nel colosseo,decisamente più soddisfacente delle atmosfere un po’ sottotono e più ordinarie(per quanto un ciclo di JOJO possa essere ordinario…)di Part 4: Diamond Is Unbreakable.

Sul versante Anime direi Kill La Kill perché è la versione estrema ed esagerata di praticamente tutto quello che ho sempre apprezzato all’interno di un genere e uno stile che sono,già di per sé,estremamente sopra le righe,con in più una serie di colpi di scena notevoli, messaggi interessanti e una serie di riferimenti a manga,anime e tradizione nipponica non banali e non gratuiti(cosa che succede sempre più di rado,ormai la citazioni d cultura POP sono spesso vuote e semplicemente utilizzate per gratificare il pubblico) e Yu Yu Hakusho ,che,da un certo punto di vista,è riuscito ad implementare la qualità della narrazione rispetto al manga originale,eliminando il primo,noioso,atto dedicato alle indagini spirituali(che comunque nel manga si conclude senza alcun tipo di conseguenza e non viene mai più citato fino alla conclusione).

Menzione d’onore per Dragon Ball,inteso come il manga originale e le prime due serie dell’anime (DB e DBZ)perché senza di loro probabilmente non sarei stato così interessato al mondo del fumetto e dell’animazione nipponica in generale,e hanno per me un valore nostalgico incalcolabile(e si,perché tanto lo so che lo state pensando tutti,it’s over 9000)

Note:no,non ho inserito DBGT…i motivi dovrebbero essere abbastanza chiari ma in futuro credo ne parlerò dettagliatamente,no,non ho ancora visto DBS o i nuovi film,o meglio,o intenzione di vederli,e ho iniziato da poco con Dragon Ball: Yo! Son Goku and His Friends Return!! (ドラゴンボール オッス!帰ってきた孫悟空と仲間たち!!, Doragon Bōru: Ossu! Kaette Kita Son Gokū to Nakama-tachi!!)…

psa9jho

 

 

Anime Movie Review : Dragon Ball: Yo! Son Goku and Friends Return!!

 ★★★

veloce,divertente e con un’ottima qualità tecnica,questo speciale per i 40 anni di jump ci mostra cosa è successo ai nostri eroi dopo la conclusione della saga (no,GT non ha niente a che fare con questo speciale),ci sono diverse discrepanze con la trama della serie madre non risolte e alcuni personaggi sono inspiegabilmente assenti,ma nel complesso,pur riciclando lo schema classico di ogni singolo film di drago ball z mai uscito(i nostri eroi si riuniscono per qualche motivo,qualcuno arriva per annunciare una nuova potentissima minaccia,i nostri eroi cercano una strategia per vincere,il cattivo si trasforma per diventare più forte,Goku conclude il tutto con un singolo pugno…non,non è uno spoiler,quasi tutti i film di DBZ finiscono con Goku che finisce il cattivo con un singolo pugno…)riesce comunque a restituire lo spirito avventuroso e divertente che la serie possedeva nei primi tempi e ha poi più o meno completamente perso,il che rende lo speciale piuttosto godibile per i fan di vecchia data.

tumblr_m2qie0ppfq1r72ht7o1_500

ANIME MOVIE REVIEW :Puella Magi Madoka Magica the Movie Part III: Rebellion

b5948fdd71abbc107be1529688b7b969

 ★★★

Terzo film della saga cinematografica di Madoka Magica e unico titolo veramente interessante dei tre in quanto invece di ri-narrare le vicende della serie televisiva originale con un budget leggermente più alto e una drammatica riduzione dello sviluppo dei personaggi(causa mancanza di tempo)si concentra su una storia originale successiva al segmento finale dell’ultimo episodio.
Il film soffre di diversi problemi a cominciare da un ritmo decisamente troppo altalenante e una durata troppo ampia,soprattutto con una serie di “falsi finali” verso la conclusione della pellicola che risultano veramente eccessivi,ma nel complesso la realizzazione tecnica è ancora una volta impressionante con un mix di tecniche estremamente ben realizzato e ricco e una colonna sonora veramente evocativa,il tutto che si sposa con una trama intesa a spiazzare e confondere lo spettatore con false aspettative e un generale sensazione che ci sia qualcosa di sbagliato e fuori posto in praticamente ogni scena,come da tradizione della serie…
Sinceramente l’unico vero problema che ho trovato nel film sono i purtroppo deludenti 15 minuti finali(che non è poco)ma è un titolo sicuramente capace di portare sulle spalle l’eredità della serie madre.

 

Anime Movie Review : Steins;Gate the Movie: The Burden of Déjà vu

tumblr_mxxhshzezs1qzd219o1_500

Steins;Gate the Movie: The Burden of Déjà vu 2013 ★★★★out of 5

Non nutrivo molte speranze per questo film,la serie originale aveva già un’ottimo finale e era già stata seguita da un OAV ambientato due mesi dopo per chiudere alcuni discorsi narrativi rimasti in sospeso,invece questo nuovo capitolo della saga di Steins;Gate è riuscito a inserire il giusto mix di dramma,commedia romantica e paradossi temporali ben scritti capace di stupirmi ancora una volta,valido finale per la serie.

 

 

Miraculous Ladybug PV

Miraculous ladybug è un’interessante serie animata basata sull’idea di ricreare il complesso equilibrio tra tradizione action oriented superheroes show e animazione anime ispired pensato per riprendere in mano l’eredità(purtroppo fino a ora ignorata)di Teen titans,con super eroi sullo stile americano ma estetica nipponica,ma la serie ha un’ulteriore asso nella manica,è stata creata da un team francese ed è ambientata a Parigi,diventato,di fatto la prima serie animata main stream con supereroi europei.

L’idea di creare un simile mix di stile e ispirazioni si riflette anche nel modo in cui la serie è stata sviluppata nel corso degli anni,infatti inizialmente il progetto era quello di creare una serie super egoistica con forti ispirazioni dal genere magica girl giapponese,è nel tentativo di completare al meglio questo mix il team di animazione francese si è rivolto direttamente a Toei animation,uno dei più grandi collorossi dell’animazione nipponica,che non solo ha dimostrato grande interesse nel mercato,ma ha collaborato alla creazione di un trailer animato conosciuto come

Miraculous Ladybug PV

Il resto della storia è piuttosto conosciuto,il progetto è diventato estremamente famoso in poco tempo,tanto da attirare l’attenzione di Disney e Nickelodeon(che sta attualmente trasmettendo la serie)