Human Killing Machine:il figlio illegale di street fighter

lo sapevate che durante l’epoca d’oro degli home computer molte software house d’oltre oceano davano le licenze dei loro titolo arcade di punta a piccoli sviluppatori europei perchè ne realizzassero conversioni per i suddetti antenati dei moderni PC?ebbene,una di queste piccole realtà riusci ad ottenere i diritti per la conversione di Street Fighter della Capcom(l’originale) e,approfittando delle poco chiare leggi sul copyright sui videogame di allore,uso l’engine del gioco per creare il “suo” picchiaduro ad incontri..il risultato fù un’orribile copia di street fighter con un character design da incubo,controlli pessimi,mancanza totale di bilanciamento e pochissimi animazioni..il gioco è scomparso (giustamente) nell’oblio insieme a tantissimi rip-offs di classici del videogame che infestavano gli home computer tra gli anni 80 e i 90…