MAD MAX : La rivincita del Vecchio

Come Non Detto

Che dire, di MAD MAX: FURY ROAD? Ha spaccato sederi a tutti quelli che fanno film d’azione. E incollato quelli del pubblico alle poltrone. D’ora in poi, niente sarà più lo stesso. Un futuro post-post-apocalittico nella cinematografia di genere. Sedetevi comodi e godiamocelo. A meno che non siate Michael Bay.

MAD 01

MAD 02

MAD 03

MAD 04

MAD 05

MAD 06

MAD 07

MAD 08

MAD 09

MAD 10

MAD 11

MAD 12

View original post

Cosa collega Halo ad Elysium e District 9?

Fuori Corso

di Ennio Formusa

Non sono molti i film mainstream come District 9 (2009) di Neill Blomkamp che riescono a trovare un equilibrio decente e coerente tra il “genere”, le tendenze coeve e il valore socio-culturale dei temi trattati. Nonostante i fan dell’universo Halo siano ancora amareggiati per il fallimento dell’ambizioso progetto di una trasposizione cinematografica dal suddetto, le produzioni del giovane regista sud-africano e del produttore Peter Jackson, incaricati all’inizio di tale adattamento, rimangono comunque qualitativamente soddisfacenti.

View original post 532 altre parole

Un bambino, un pilota e il giovane Holden

Il mondo urla dietro la porta

il-giovane-holder-j-d-salingerNon ho mai creduto a chi diceva che, una volta esaurite le opzioni confezioni bagno schiuma, sciarpe, guanti, borse, uno dei regali di compleanno più originali che si possa fare a chi ha lontano gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza è un libro e, in particolare, Il piccolo principe.

Mi ricordo una mia professoressa che ne somministrava la lettura, soprattutto a colleghi anziani, convinta che fosse un toccasana. Confesso che l’opera di Antoine de Saint-Exupéry non è stata tra le mie letture infantili, ma diffidavo della sicurezza di chi sosteneva una tale efficacia.

La formula del sicuro successo di un libro non esiste. Un libro rimane quello che è, a cambiare sono le persone che lo leggono. Vorrei dilungarmi sul rapporto tra il tipo di persone che legge e l’altrettanto poliedrico mondo dei libri, ma devo smentirmi all’istante. Una legge universale potrebbe essere quella per la quale è impossibile definire…

View original post 832 altre parole

Web Series : Extra Credits

Una delle serie a tema videoludico più tecnica e dettagliata rintacciabile sul Web,questo in poche parole è extra credits,una serie animata creata come costola del blog “we talk about this” dedicata all’esplorazione degli aspetti raramente presi in considerazione come la fase di sviluppo o le migliori tecniche di design,tutto trattato da persone che conoscono l’industria dall’interno

missing from the show : personaggi delle cronache del ghiaccio e del fuoco che non compaiono in game of thrones PT1

Maggy the frog è una vegente che gioca un ruolo chiave nello sviluppo della psicologia di Cersei,facendogli delle previsioni che si rivelarenno tutte esatte e dicendogli delle cose su un “fratello minore” che incrineranno definitivamente il già pessimo rapporto con Tyrion

E3 new il ritorno di conker?

conker guarda verso la telecamera e dice “sono passati dieci anni,aspettando un gioco nuovo”..ma quello in cui è destinato a comparire non è un suo gioco,in verità la sua presenza è poco più di un piccolo extra e di sicuro poco ha a che vedere con l’ambiante in cui l’avevamo lasciato in bad fur day..possibile che dopo banjo anche conker si stia scavando la tomba con un titolo xbox?

Da Koudelka a Shadow Hearts

ricordate Koudelka?ne parlaì in uno speciale di Halloween,è un titolo psone molto intrigante e ingiustamente relegato nel dimenticatoio,un mix tra GDR,Tattico e survivor horror con un’ambientazione estremamente originale,ma quello che molti non sanno è che Koudelka è il primo capitolo della saga GDR Shadow Hearts,estremamente popolare in epoca PS2 in giappone,se siete fan di Shadow Hearts adesso avete un motivo in più per recuperare il classico pubblicato da SNK!

wrost of youtube 2 Egoraptor

Facciamo subito una premessa:Egoraptor come animatore mi piace,e anche molto,le tre puntate di sequelities sono ottime(anche se mi chiedo ancora perché solo tre)e la serie awesome e molto divertente,ma egoraptor come let’s player è una cosa totalmente diversa,non solo perchè a dato vita a un fenomeno apparentemente inarrestabile e piuttosto dannoso per l’industry e per i gamers (ricordate il post su flappy bird?)ma soprattutto per il modo in cui viene fatto,è un turpiloquio costante ed estremamente volgare finalizzato unicamente a dire che tutto quello che è popolare gli fa schifo e tutti i giochi che la gente odia sono dei capolavori incompresi che lui,chiaramente,adora,atteggiamento tra l’altro estremamente “originale”..sinceramente non si può più sopportare tutto questo